Caricamento
Home Il Gruppo 6_3506BB1A0GDN80IMN671VQ2BH0 Investor Relations Press & Media Sostenibilita' Cultura Prodotti e servizi Lavora con noi
noresconsole_ norespopup
   
 Press & Media   
Comunicato stampa

 

BPER Banca
Modena - 9 febbraio 2017 - ore 17:50
Approvati i risultati preliminari consolidati di Gruppo relativi all’esercizio 2016

Crescita della redditività ordinaria del Gruppo: utile netto dell’esercizio pari a € 71,5 milioni (€ 62,1 milioni del 2015) al netto delle poste non ricorrenti ed escludendo i contributi ai Fondi di Risoluzione e di Garanzia dei depositi; utile netto contabile di € 14,3 milioni (€ 220,7 milioni nel 2015)

Proposta di un dividendo cash di € 6 centesimi per azione (€ 10 centesimi nel 2015) per la Capogruppo BPER Banca.

Continua il trend di miglioramento dell’asset quality in presenza di politiche di accantonamento particolarmente conservative :

-       stock lordi di crediti deteriorati e sofferenze in calo rispettivamente dell’1,9% e dell’1,0% da fine 2015 anche grazie ad alcune operazioni di cessione di sofferenze - per un valore lordo complessivo di circa € 700 milioni nell’anno, senza impatti significativi a conto economico - realizzate nell’ambito di una più ampia strategia di gestione dei crediti deteriorati

-       incidenza dei crediti deteriorati lordi al 22,1% in riduzione di 122 bps nell’anno

-       flussi in ingresso a crediti deteriorati da “bonis” in calo del 6,1% rispetto al 2015 e del 32,5% rispetto al 2014; in calo anche i flussi in ingresso a sofferenza del 5,4% dal 2015 e del 34,5% rispetto al 2014

-       significativo aumento dei flussi di ritorno in “bonis” da crediti deteriorati (+16,9% anno su anno) a conferma di una maggiore efficienza nella gestione del credito problematico

-       ulteriore incremento del coverage ratio dei crediti deteriorati pari al 44,5% nonostante le importanti cessioni di sofferenze realizzate nell’anno (+86 bps da settembre 2016 e +32 bps da fine 2015) e rettifiche nette su crediti in calo del 12,2% su base annua

Impieghi netti alla clientela in significativa crescita del 4,1% (lordi +3,5%) rispetto allo scorso anno anche per effetto dell’ingresso nel perimetro del Gruppo della CR Saluzzo e nonostante le cessioni di sofferenze, con un forte incremento delle nuove erogazioni di mutui e prestiti personali pari al 19,1% su base annua.  

Ricavi dell’attività caratteristica  in contrazione del 3,6% nel periodo, più che compensata dalla riduzione delle rettifiche nette su crediti (-12,2% anno su anno)

Solidità patrimoniale ai vertici del sistema bancario italiano con un CET1 ratio Phased In pari al 13,8 % (13,3% Fully Phased). Buffer di capitale in eccesso rispetto al requisito minimo richiesto dalla BCE per il 2017 (SREP al 7,25%) superiore a 650 bps.

Sono state avviate le attività per la predisposizione del nuovo Piano Industriale che sarà presentato al mercato entro l’estate, in anticipo rispetto alla scadenza naturale a fine 2017 dell’attuale piano in conseguenza delle mutate condizioni macroeconomiche, di mercato e dei tassi di interesse rispetto alle ipotesi di base iniziali.



/bper_istzgruppo_content/sitoit/homepage/pressandmedia/comunicatistampa/c_sl_comunicato   Elenco completo
 

 


Argomenti correlati